orientamento mondo del lavoro nelle scuole


La cooperativa sociale IL FARO ha dato il calcio d’inizio al progetto G.O.A.L.S., acronimo di Giovani, Orientamento, Accompagnamento, Laboratori e Scuola.

G.O.A.L.S. è un progetto innovativo di durata triennale che propone una serie di azioni volte a prevenire e contrastare i fenomeni di dispersione e abbandono scolastici nei territori di San benedetto del Tronto, Grottammare, Civitanova Marche, Macerata, Fermo e Porto San Giorgio, intervenendo nella fascia di età 11 - 17 anni.

Il problema da risolvere

Secondo gli studi effettuati dalla Regione Marche, esiste uno stretto legame tra la disoccupazione giovanile e l’aumento del malessere sociale. Il forte scoraggiamento a cui sono sottoposti i ragazzi li porta ad abbandonare precocemente gli studi o a trovare consolazione nell’abuso di alcool o sostanze stupefacenti.

Il progetto G.O.A.L.S. intende porre fine a questo declino mediante una serie di interventi strutturati in “rete”, che guidino i ragazzi alla scoperta dei propri talenti e attitudini, cercando di provocarne il passo in una una visione proattiva per la ricerca del lavoro.

I genitori avranno un ruolo fondamentale all’interno del progetto: attualmente infatti non sono più i principali interlocutori dei ragazzi, e non riescono a svolgere la loro funzione educativa.

Tutto questo deve cambiare.

G.O.A.L.S. intende infatti contribuire alla diminuzione del disagio giovanile rafforzando il ruolo genitoriale attraverso un sistema di interventi integrati tra scuole, servizi istituzionali, privato sociale e comunità, al fine di indirizzare il ragazzo verso la costituzione di un individuo adulto etico, responsabile e soddisfatto.

La cooperazione

I tre partner principali di progetto (ovvero “Il Faro” società cooperativa sociale, Capitani Coraggiosi e Centro di Solidarietà Marche Sud ) hanno da sempre sottolineato l’importanza di fare rete, muovendosi in maniera sinergica e collaborativa. Questo nuovo modello intende infatti costruire una comunità educante capace di dimostrare che è possibile fronteggiare più efficacemente ed efficientemente i problemi evidenziati se gli attori chiamati a interagire coi ragazzi congiungono i propri sforzi, adottando approcci di "welfare comunitario".

A tal proposito verranno costituiti bimestralmente dei tavoli di impatto collettivo territoriali e “aperti”, finalizzati alla supervisione delle attività e al confronto sistematico tra partner e stakeholder, in una collaborazione sinergica per raggiungere gli obiettivi preposti.

Vuoi scoprire di più riguardo al progetto GOALS? Iscriviti alla pagina Facebook per rimanere sempre aggiornato sulle attività in corso!